Copertine di
The Secret of Monkey Island

Vi ricordo che per avere una panoramica sulle copertine e sui materiali delle confezioni, le vostre mete devono essere il museo di Gharlic (per le versioni italiane); Mobygames e LucasArts Museum (per tutte le altre versioni). Le copertine mostrate in questa pagina non hanno valore esaustivo, ma indicativo e affettivo, proveniendo dalla mia collezione personale.


Amiga (I ed. italiana)

Comprata il 13 giugno del 1991 al leggendario fu Williams Computer Service di Bari, succursale Amiga-Commodore 64-Atari St-Console (c'era accanto una sede più "seria" con software e hardware per DOS!). Ricordo la data perché poco dopo andai direttamente alla festa di compleanno di un mio amico, sfoggiando l'acquisto, regalandogli però tutt'altro: non pensate male, Monkey l'aveva già. Come si evince dalle sue condizioni, questa scatola ha fatto letteralmente la guerra: già quell'estate me la portai dietro in vacanza. Anni dopo, venduto l'Amiga, mi venne persino la curiosità di sbirciare sotto l'etichetta, strappandola via (!). L'anno scorso l'ho ricostruita con un restauro non ottimale ma funzionale.


DOS CD-ROM (ed. jewel-case italiana CTO)

Non ricordo con precisione la data, ma l'ho comprata tra il 1994 e il 1995, in un negozio d'informatica vicino alla sede del mio liceo.


Atari ST (ed. inglese US Gold)

Comprato nel 2013 da Retrogames UK, al doppio scopo di possedere l'edizione in lingua originale di uno dei miei giochi preferiti, e di affiancare alla mia gloriosa scatola Amiga una confezione non costosa che non mi facesse vergognare: i suoi colori vivi e il suo perfetto stato di conservazione mi hanno spinto a piazzarla nella scheda generale. I loghi del distributore europeo US Gold sono molto discreti e non intaccano la grafica americana. La versione inglese di Zak e questa sono le mie uniche due avventure della LucasArts in versione ST, una macchina che dal vivo non ho mai nemmeno visto accesa.